Biografia

Biografia

Musicista versatile, Aleandro Giuseppe Libano è considerato da Angelo Arciglione, una delle sue guide, come “un giovane pianista che ha iniziato una brillante carriera” che lo vede protagonista in concerti in Italia e all’estero. Si è esibito per importanti associazioni musicali internazionali e teatri, sia come solista, con un repertorio che va dal barocco fino al Novecento, e come membro di gruppi di musica da camera.

Joop Celis, con il quale ha studiato presso il Conservatorium Maastricht, afferma: “Aleandro mostra una naturale sensibilità per la musica, e sa molto bene rendere una distinzione tra i diversi stili”.

Negli anni scorsi, ha suonato in diversi paesi europei per: Teatro aan het Vrijthof a Maastricht (Paesi Bassi, 2021), Orlando Festival (Paesi Bassi), Kungliga Musikhogskolan di Stoccolma (Svezia, 2019), Euregio Rhein-Wall Studentenmusikfestival (Germania/Paesi Bassi, 2019, 2021, 2022), Parkstad Limburg Theaters (Paesi Bassi, 2022), Teatro “De Weijer” di Boxmeer (Paesi Bassi, 2019), Fundación Eutherpe di Léon (Spagna, 2022), Fotomuseum aan het Vrijthof (Paesi Bassi, 2021), Lions Club Euregio-Maastricht (Paesi Bassi, 2022), Kunstkring Echt (Paesi Bassi, 2022), Sint Michielskerk di Keerbergen (Belgio, 2021), I.S.S.M. Vecchi-Tonelli di Modena (2021), Teatro Sociale di Stradella (2021), Teatro “Keiros” di Roma (2017), Up-To-Penice a Stradella (2021), Istituto Italiano per gli Studi Filosofici a Napoli (2016), “È aperto a tutti quanti” a Napoli (2016, 2017, 2018), Associazione “Artemus” di Scafati (2018, 2019), Associazione “Didime 90” sull’Isola di Salina (2019), “Maggio dei Monumenti” a Napoli (2017, 2018), Campus Musica Acri (2017, 2020), Pianocity Pordenone (2020), Pianocity Napoli (2015, 2016, 2018), PianoLab (2020), “Estate Classica” a Vietri sul Mare (2018), Festival di Musica da Camera “Sant’Apollonia” a Salerno (2017, 2018), Festival di musica da camera “Le Corti dell’Arte” (2017) e Accademia “Jacopo Napoli” (2017) di Cava de’ Tirreni. È stato anche scelto per rappresentare il Conservatorio “G. Martucci” di Salerno in concerti. In particolare, è stato scelto come clavicembalista solista per suonare il 5° Concerto Brandeburghese di J. S. Bach nella “Rassegna di Musica Antica dei Concerti del Martucci” (2017).
Nel 2019 ha suonato il Concerto K413 di W. A. Mozart con l’Artemus Ensemble di Pompei, diretta da Alfonso Todisco.
Nel 2021 è stato invitato, insieme ad altri giovani pianisti italiani, ad esibirsi nella Sala del Buonumore del Conservatorio “L. Cherubini” di Firenze per l’evento “Grazie Maria Tipo! 90 anni di musica”, in occasione del novantesimo compleanno della leggendaria pianista napoletana.

Aleandro è risultato vincitore nei seguenti concorsi nazionali ed internazionali: Concorso Internazionale “Leopoldo Mugnone” 2016 di Caserta, Concorso Internazionale “Giuseppe Tricarico” 2018 di Gallipoli , Concorso Europeo per giovani musicisti “Luigi Denza” 2008 di Castellammare di Stabia, Concorso Internazionale “Città di Mercato San Severino” 2016, Concorso Nazionale “Città di Barcellona P. G.” 2021, Concorso Musicale “Terra di Severino – Città di Roccasecca” 2021, Concorso Nazionale “Giuseppe Martucci” 2016 di Sapri, Concorso d’interpretazione musicale “Competion Music World” 2018 di Scafati, Concorso Nazionale “Ariano in Musica” 2007 di Ariano Irpino, Concorso Musicale “Franco Di Franco” 2018 di Positano (musica da camera).

Aleandro Giuseppe Libano ha iniziato lo studio del pianoforte a dieci anni. Ha ottenuto il diploma di pianoforte al Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno con il massimo dei voti, lode e menzione speciale sotto la guida di Giulio De Luca. Con lo stesso ha conseguito il Diploma Accademico di II livello con il massimo dei voti e lode. Grazie ad una borsa di studio, ha studiato con Boguslaw Strobel all’Hochschule für Musik “Robert Schumann” di Düsseldorf (Germania).

Nel 2021 ha ricevuto la borsa di studio “Willem Mengelberg” dalla fondazione “Concertgebouworkest” di Amsterdam ed una borsa di studio con l’Hamlet Trio (Petra Heric – violino, Pelayo Cuéllar Sarmento – violoncello) per frequentare l’European Summer Course for Chamber Music all’Orlando Festival (Paesi Bassi), nel quale ha collaborato con musicisti del calibro di Shunske Sato, Shuann Chai, Osiris Trio, Henk Guittart, Michael Gees, Elena Nemtsova.

Si è perfezionato in diverse masterclass con Bruno Canino, Sergio De Simone, Bernd Goetzke, Alexander Hintchev, Ewa Kupiec, Francesco Libetta, Andrea Lucchesini, Geoffrey Madge, Marian Mika, Janusz Olejniczak, Alessandro Taverna, Lev Vinokour, Mats Widlund, Arkadi Zenziper, Frank Immo Zichner e l'Oberon Trio.

Ha studiato, inoltre, con Pasquale Iannone presso l’Accademia Musicale Pescarese e l’Accademia del Ridotto di Stradella (PV) e con Angelo Arciglione presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi-Tonelli” di Modena.

Ha insegnato ai corsi preaccademici, di base e di avviamento pianistico per l’Istituto Superiore di Studi Musicali “Vecchi-Tonelli” di Modena dal 2020 al 2022 ed attualmente è docente di “Pratica e Lettura Pianistica” presso il Conservatorio di Musica “G. Martucci” di Salerno.